Sontuoso a dir poco….. Syrah siciliano

L’olfatto infinito di un vino del meridione
L’etichetta in degustazione è un Syrah di Sicilia della Cantina Marino di Camporeale in provincia di Palermo. Questa è una terra per i vini di un certo prestigio. E’ senz’altro una terra che ha dato i natali a delle bottiglie particolarmente importanti. Noi del Pizzico del Gallo non ci siamo laciati sfuggire una simile occasione. Sempre alla ricerca delle produzioni di nicchia, di qualità abbiamo redatto questa recensione al fine di dare ampia divulgazione di un vino che merita di essere bevuto.
Il colore è un rosso rubino con dei riflessi granato. La bottiglia è del 2015. La caratteristica impressionante di questo vino è l’estrinsecazione olfattiva che determina un carico emozionale notevole per il degustatore. Il vino si presenta molto intenso e di una complessità particolarmente eccezionale. Il vitigno senz’altro favorisce queste qualità; tuttavia vorremmo far notare che le scelte produttive del nostro vignaiolo, come la selezione manuale delle uve con un livello di accuratezza quasi maniacale, dona dei risultati di un certo livello qualitativo.
Questa premessa ci introduce alla complessità olfattiva di questo vino: oltre alle note floreali e fruttate tipiche di un vitigno a bacca nera (peonie, mammole, gerbere rosse, viole, marasca, ciliegia, amarena), l’olfatto si apre a delle sensazioni di erbe aromatiche, speziate, tostate di particolare nitidezza. Proprio questa caratteristica ci lascia piacevolmente sorpresi. Nella scheda tecnica il lettore troverà gli aromi olfattivi individuati durante la degustazione.
In conclusione, ci preme dare delle indicazioni generali legate al vitigno autoctono francese, il Syrah da cui nasce la bottiglia “Sontuoso” dell’Azienda Marino di Camporeale. Il Syrah è un vitigno internazionale di origini incerte; tuttavia, didatticamente è necessario dire che esso proviene dalla Valle del Rodano francese. Questo vitigno ha ricevuto particolari menzioni produttive anche in altre regioni del mondo, fra cui l’Italia e l’Australia.
read more