Caminante, Negramaro di Supersano

Il vino in famiglia; la naturalità dell’agricoltura
Molto spesso durante gli eventi del vino, le degustazioni in cantina, e le discussioni sui social, si dibatte su cosa sia la naturalità di un vino. Il vino della vigna, quello fatto con le mani e con i piedi, è senz’altro una immagine legata al nostro passato recente. Oggi le trasformazioni agricole sono diventate più di stampo agro-industriale. Gli accorgimenti, le conoscenze hanno cambiato alcuni approcci. Il vignaiolo fedele alla natura cerca di non denaturare in toto le trasformazioni vitivinicole in quello che, oggigiorno, viene definito un “vino costruito”.
L’esempio di questa filosofia nel Salento è rappresentato anche dalla Cantina Supersanum. Oltre che un’azienda propensa alla produzioni di vini c.d. naturali, conserva in sè un obiettivo molto ambizioso, difficile, ma non per questo impossibile: quello di restituire il vino alla vigna. I fratelli Nutricato, vignaioli di razza, hanno messo insieme le loro forze per fornire al commercio un prodotto della natura, cioè frutto di un processo che rispetta con ossequio i principi fondamentali della nostra terra madre.
Il vino è prodotto da uve di negramaro, vitigno principe della terra salentina. Il vino della bottiglia del 2015 ha un colore superlativo. Un rosso rubino particolarmente intenso che vira su tonalità granato molto piacevoli alla vista. L’olfatto è seducente. Note fruttate allegre e vellutate, intense tonalità di frutti rossi accompagnano un carattere floreale nitido, che ci lascia scivolare tra una mammola ed una peonia o una viola fresca. Leggere speziature, molto soavi, si aggiungono all’esame olfattivo. Un pò di pepe nero fa capolino tra il cuoio ed i chiodi di garofano.
Al gusto, le descrizioni olfattive poc’anzi esposte vengono confermate, inoltre si fa largo una leggerissima nota eterea. Il vino si presenta come equilibrato nel suo scheletro principale. Inoltre la sua buona persistenza unita alla sua eleganza ci regala la possibilità di poter abbinare il vino ad una prima o una seconda portata di media speziatura.
La naturalità è un fattore da preservare se si vogliono ottenere prodotti ad alto valore aggiunto. Secondo noi questa è la strada giusta intrapresa da Cantine Supersanum. read more

Sinergico Rosato Supersanum

Un turbine di emozioni Made in Salento
La nostra attenzione si rivolge oggi ad un’azienda del medio salentino. Siamo leggermente più a nord del capo di Lecce: la cosiddetta zona delle Serre. La Serra di Supersano (o più semplicemente Supersano) è un comune della provincia leccese che rientra in questo territorio con lievi pendii collinari. Uno spartiacque fra Gallipoli e Otranto, quasi a simboleggiare un bivio fra le località marine del mar Ionio e quelle prospicenti il Mar Adriatico (Canale di Otranto).
L’azienda Supersanum è a conduzione familiare. La famiglia Nutricato da 4 generazioni si occupa di produrre dei vini di ottima manifattura; questo territorio agricolo rimane un’oasi importante del nostro Made In Italy da valorizzare. L’azienda utilizza metodi molto eterodossi. La filosofia adottata si muove verso nuovi orizzonti: qui si è dato spazio ad un progetto di agricoltura organica. La terra è composta da microorganismi; sono loro i veri fautori dell’arricchimento pedologico che, per i vini di questa azienda, servono a dare nuovo equilibrio ed apporto nutrizionale. Insomma, qui la chimica di sintesi non viene presa in considerazione. Le piante vengono nutrite da tutti gli attori del ciclo del Carbonio senza nessun input dall’esterno. Per ogni altro approfondimento, vi invito a visitare il sito dell’azienda indicato alla fine dell’articolo.
Oggi in degustazione abbiamo un blend rosato di Primitivo, Negroamaro, Malvasia nera di Lecce, Sangiovese, Montepulciano, Ciliegiolo della linea Sinergico. Alla vista il colore è fuori scala. E’ un colore che rispecchia la tradizione pugliese dei rosati. Un chiaretto con riflessi aranciati. Nulla a che vedere con le mode del momento, il colore è quello tipico della vinificazione in rosato dei vitigni autoctoni pugliesi. L’equilibrio è ammirevole. E’ un vino giovane, ma ha già maturato la sua esperienza. Una nota speziata per le vie retronasali ci stupisce, ma ci accompagna verso un piacere particolarmente sottile e sorprendente.
La nostra penisola regala sempre delle perle enologiche molto interessanti. Complimenti alla Cantina Supersanum.
https://cantinasupersanum.com/sinergico-rose/
read more