Fucaraz, minimal wine del tarantino

L’arte minimal tesa all’eliminazione del “non essenziale”.
L’essenziale è la vista, il gusto, l’olfatto. Per un sommelier potrebbe essere un limite. In realtà non è così, perchè con queste caratteristiche si può discernere sul territorio, il vitigno, le tradizioni e culture, i sacrifici di una famiglia. Insomma il Fucaraz è un Minimal Wine secondo la definizione di Richard Wollheim. Qualcosa che non ha bisogno di fronzoli, perchè già in sè ha tutto.
Il minimalismo, spesso visto in accezione negativa, in realtà conserva in sè quel panorama valoriale delle cose essenziali, quelle che ci fanno stare bene, quello che crea dei rapporti con alto contenuto ovaloriale. Tutto il resto sono fronzoli di cui ognuno può senz’altro fare a meno.
Il vino in degustazione non è frugale, non è scontato. Conserva in sè tutto il “minimal” per dei commensali adusi alla vita semplice. La sua ricchezza si sostanzia nelle sue caratteristiche principali. Fruttato e floreale nella sua immediatezza. I leggeri sentori di confettura di ciliegia aprono le danze ad un vellutato tappeto di fiori di stagione quasi secchi, le viole, le mammole e le peonie fra tutti.
Il piatto in abbinamento è un roast beef fatto in casa. La carne è guarnita con formaggi semi-stagionati molto gradevoli. Le tipicità pugliesi non mancano, inftti come contorno sono stati serviti dei funghi cardoncelli tipici dell’altopiano murgese. Una leggera piccantezza del piatto è sovrastata dalla morbidezza del giovane vino. La contrapposizione è perfetta.
Lama di Rose è un’azienda in continua evoluzione e crescita. I frutti del lavoro dei vignaioli di questo piccolo paradiso alle porte di Taranto sono evidenti. Noi facciamo i nostri migliori in bocca al lupo per il futuro.
http://www.lamadirose.it/index.php/it/i-nostri-prodotti/fucaraz
read more