L’eroico Paolo, la storia, il suo vino

Vita di un viticoltore, sarto dei Colli Orientali
Per coltivare su questo fazzoletto di terra bisogna essere dei veri artigiani. Le colline prominenti il mare ed a ridosso delle Alpi sono un terreno ostico per l’agricoltore. L’uomo ha plasmato il profilo delle colline; come un vero sarto è riuscito a rendere efficace questo lembo di terra anche per le coltivazioni.
Il nostro sarto si chiama Paolo Rodaro, oggi ospite della nostra rubrica. Un tempo la vendemmia era una cosa di famiglia. Ci si riuniva, si lavorava insieme fino dalle prime ore dell’alba, si condividevano tutti i momenti della giornata, compreso il pasto di mezzodì. Si tornava a lavorare fino a che la luce non fosse completamente svanita e gli occhi non riuscissero più a riconoscere il grappolo d’uva al crepuscolo. Oggi il vino è moda. A noi questo non ci piace; così continuiamo quelle tradizioni di famiglia che mantengono i valori ancorati a questa amata terra.
Il friulano in degustazione appartiene alla linea “etichetta fiore” che simboleggia questo rapporto uomo- natura fondamentale, oggi minato dall’evolversi del consumismo sfrenato. Questo vitigno autoctono della regione friulana riesce a spadroneggiare nel calice; alla vista un dorato acceso e sbarazzino; vivace e romantico nel suo evolversi floreale al naso. Aromaticità velata, sensazioni di erba fresca, una buona sapidità. Inoltre al gusto, si sprigiona un audace persistenza, ed una sensazionale freschezza con ritorni piacevolmente agrumati.
Contro le logiche di mercato, contro la massificazione del concetto di produzione del vino, e soprattutto contro le mistificazioni, Paolo Rodaro è un uomo intuitivo ed istintivo. Pioniere di nuovi percorsi, è l’emblema di una viticoltura lontana dagli stereotipi, sincera nel piacere, aggregante nello spirito che favorisce l’italianità, l’artigianalità e la naturalezza.

Rodaro – Makers of fine wine since 1846


Si invitano i lettori a contattarci all’indirizzo e-mail
info@ilpizzicodelgallo.it
per avere la scheda di degustazione del vino appena descritto

Friulano – Paolo Rodaro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*