Marasco Archetipo, antico autoctono di Puglia

Maresco come il mito di Atlantide
Platone spiegava le sue idee politiche facendo riferimento ad una leggendaria isola, Atlantide, sprofondata per opera degli Dei negli abissi. Il suo popolo era arcigno e guerrafondaio. La sua collocazione fisica era strategica: al centro dell’Oceano Atlantico.

La valle d’Itria, zona fertile alluvionale, un tempo bacino idrico imponente, sembra abbia dato i natali a questo inconsueto e raro vitigno. Il Maresco come Atlantide fa la sua comparsa qui per discernere sui fasti vitivinicoli di questo territorio. Questa zona, crocevia dei più importanti vignaioli dei secoli scorsi, ha rivalutato il vitigno. Sono ancora poche le aziende che lo vinificano e, rare, quelle che lo fanno in purezza.
Il Brut nature in degustazione è ottenuto con rifermentazione in autoclave e affinamento in vasche di acciaio. Per le sue caratteristiche il vitigno conferisce al vino una acidità penetrante e pungente. Questa caratteristica di pungenza dona al vino una curiosa speziatura.
Abbiamo abbinato il vino ad una preparazione di polpo consumato come antipasto. La sua freschezza quasi “piccante” riesce a dare un tocco di giovanile a questo antico vitigno. Atlantide e Maresco hanno qualcosa in comune: il loro mito racconta la storia di una terra che fu, con un semplice pretesto, crocevia di accadimenti storici. Oggi, come allora, il ritorno al passato vitivinicolo, è oggetto di ampie discussioni di settore.
http://www.larchetipo.it/it/

Marasco – Spumante Brut Nature Millesimato- L’archetipo


Nome degustatore                   Temperatura vino                   Temperatura ambiente
Il Pizzico                                             7°C                                             25°C

Categoria vino                                   Data
Vino Spumante                               31.07.2017

Nome Vino                               Titolo Alcolometrico                     Annata
Marasco Brut Nature                            12%                                        2016

Salento IGP Millesimato

ESAME VISIVO Limpidezza   Cristallino
Colore   Giallo dorato
Consistenza/Effervescenza   grana: numerosa, persistente e fine
Osservazioni
ESAME OLFATTIVO Intensità    abbastanza Intenso
Complessità    Complesso
Qualità  Fine
Descrizione
Fruttato, Floreale, Speziato (morbide note di frutti a polpa bianca e intense note di fiori di piacevole delicatezza: pesca, albicocca, gelsomino, ginestra, speziatura di pepe bianco/rosa con una velata mineralità).
Osservazioni
ESAME

GUSTO – OLFATTIVO

Zuccheri
Secco
struttura
o corpo
 
 fresco                             Acidi  
Alcoli  abbastanza caldo   —-                               Tannini
Polialcoli  abbastanza Morbido abbastanza sapido    Sostanze minerali
Equilibrio abb Equilibrato
Intensità abbastanza Intenso
Persistenza   abbastanza Persistente
Qualità Fine
Osservazioni:  

 

CONSIDERAZIONI

FINALI

Stato evolutivo Pronto
Armonia abbastanza Armonico
Abbinamenti Consiglio di abbinare questo vino ad una preparazione di pesce.

Le note speziate sono piacevoli al gusto. Accattivanti e sbarazzine soprattutto se il vino è bevuto in periodi caldi dell’anno.

Punteggio 83

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*