Kantharos, dove bere il vino buono

Nel cognome il destino della professione
Angelo D’Uva ha il cognome che segna i suo destino come vignaiolo. Siamo a Larino (CB), in una fattoria didattica famosa nel circondario che produce ottimi vini da vitigni autoctoni. Il Molise, da qualche anno, sta producendo degli ottimi vini anche frutto della politica di valorizzazione dei vitigni autoctoni che già vede protagoniste alcune regioni d’Italia.
Il territorio principale del popolo Frentano è una terra di elezione vitivinicola. L’altitudine intorno ai 400 m s.l.m. è l’ideale per le coltivazioni di vigneti. La Terra degli Osci, antico popolo italico, è stata per anni luogo di scontri aspri che hanno accompagnato questo territorio nel corso dei secoli fino a giorni nostri.
Kantharos, dal greco ‘coppa’, era molto utile per bere il vino. Diverse versioni sono state costruite in varie epoche storiche, ciononostante tutte utili ad enfatizzare i sapori e i profumi dei vini in degustazione.
Al pari dei nostri progenitori, anche noi abbiamo aperto una bottiglia di Kantharos, un trebbiano del Molise in uvaggio con la malvasia bianca. Gli aromi sono quelli tipici di vitigni che sprigionano sentori di salvia, rosa, muschio, aromi derivanti dai terpeni contenuti nelle bucce della malvasia; mentre per il trebbiano, vitigno neutro, avanzano degli aromi più fruttati e floreali nella fase gustativa. L’uvaggio consente un arricchimento speciale per il degustatore: sentori di frutta a polpa gialla si mescolano intensamente all’aromaticità della malvasia.
La bottiglia in degustazione è del 2016. Il vino non è stato stabilizzato ma affinato qualche mese in bottiglia a temperatura di cantina. Ciononostante il vino è limpido, tanto da lasciarci abbastanza sorpresi in degustazione. La beva è piacevole, specie nella stagione più calda. Abbiamo abbinato il vino ad un aperitivo di pesce con qualche salsa per aromatizzare il cibo. Kantharos è un vino meritevole di successo.
http://www.cantineduva.it/

Kantharos – Biferno Bianco Doc – Cantine D’Uva

Nome degustatore                   Temperatura vino                   Temperatura ambiente
Il Pizzico                                             10°C                                             24°C
Categoria vino                                   Data
Bianco                                           22.07.2017
Nome Vino                               Titolo Alcolometrico                     Annata
Kantharos                                            13%                                      2016
Biferno Bianco DOC

ESAME VISIVO Limpidezza   Cristallino
Colore   Giallo paglierino
Consistenza/Effervescenza   abbastanza consistente
Osservazioni
ESAME OLFATTIVO Intensità    abbastanza intenso
Complessità   abbastanza complesso
Qualità  fine
Descrizione Fruttato, Floreale, Aromatico (intense note di frutti a polpa bianca freschi e di fiori a petalo bianco: albicocca, pesca bianca, rosa canina, gelsomino, basilico).
Osservazioni
ESAME

GUSTO – OLFATTIVO

Zuccheri Secco struttura o corpo

 

 Abbastanza fresco                                      Acidi  
Alcoli  abbastanza caldo                                                         Tannini
Polialcoli abbastanza Morbido Abbastanza sapido           Sostanze minerali
Equilibrio  Equilibrato
Intensità  abbastanza intenso
Persistenza   abbastanza persistente
Qualità Fine
Osservazioni: 
CONSIDERAZIONI

FINALI

Stato evolutivo Pronto
Armonia Armonico
Abbinamenti Consiglio di abbinare questo vino ad un piatto di pesce anche crudo in aperitivo. Il piatto in abbinamento è stato una una pepata di cozze ed una tartare di persico
Punteggio 81

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*